こんにちは! / Ciao!

#posteislove / Amo Gruppo Poste Italiane.
海外旅行とイタリアの郵便局巡りが大好き。

Follow me on Facebook

Otto vantaggi e svantaggi del ricovero in psichiatria (SPDC)

psichiatri in Italia - イタリアの精神科
Abstract blur hospital and clinic interior for background
この記事は約15分で読めます。

Ciao. Mi chiamo Honoka.

Questa volta sono stato ricoverata due volte in psichiatria e, sulla base di quell’esperienza, parlerò di “meriti e demeriti del ricovero in psichiatria”.

Non sono stato ricoverato in psichiatria giapponese per più di una settimana, quindi questo articolo riguarda la mia esperienza in Italia nello SPDC (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura: ospedale psichiatrico).

Iniziamo.

I vantaggi di essere ricoverati in psichiatria

1. Un ambiente dove puoi rilassarti e riposarti

Non limitato alla psichiatria, non c’è niente in più in ospedale. L’ospedale in cui mi trovavo non aveva altro che il pulsante per chiamare un medico o un infermiere, un bagno e una doccia nella stanza d’ospedale (Nel caso della psichiatria, la doccia è fissata al soffitto per evitare che il paziente si suicida.), solo una TV e alcuni libri obsoleti in soggiorno. Inoltre, l’infermiera raccontava la storia che il libro non era aggiornato. Disse: “Esiste solo un libro così vecchio, ma è un libro interessante, quindi se ti va leggetelo”. Tuttavia, ero grata che fosse uno studio significativo dell’italiano per me, ma non ho potuto leggere attentamente il libro a causa delle mie condizioni mediche.

Inoltre, c’è poco da fare quando si è ricoverati in ospedale. Quando sono stato ricoverata per la seconda volta, tre volte alla settimana, circa un’ora ciascuno, uno studente che voleva lavorare in psichiatria (ho dimenticato il nome del lavoro) ha tenuto una lezione su come usare la medicina e la malattia mentale, ma ogni giorno non c’è altro che una visita medica e un pasto. Pertanto, puoi riposare lentamente. Non c’è stimolazione extra. Pertanto, non c’è da meravigliarsi se le persone relativamente sane si annoiano quando vengono ricoverate in ospedale e vogliono tornare a casa.

2. Fatti degli amici che possono parlare di malattia mentale senza esitazione

Sono riuscito a farmi due amici. Posso tenere in contatto con uno di loro quotidianamente e parlare in particolare della nostra malattia senza timore di pregiudizi. Sono stato davvero grato di incontrarlo. Certo, non tutti in reparto sono gentili, ma tutti hanno una sorta di disagio mentale. Quindi è un grande vantaggio non doversi preoccupare di fare amicizia.

Tuttavia, se vuoi solo fare amicizia, i gruppi di auto-aiuto sono del tutto possibili. È una buona idea trovare gruppi di auto-aiuto su Facebook. Partecipo a gruppi di auto-aiuto di giapponesi, anglofoni e italiani, e posso ottenere informazioni utili ogni giorno. Ho anche incontrato persone di gruppi di auto-aiuto giapponesi in occasione di eventi offline.

3. Ottieni assistenza medica quotidiana e ottieni le cure mediche di cui hai bisogno

Il reparto dove ero ricoverata era un sistema in cui ogni mattina entravano in reparto circa 5 psichiatri per ricevere visite mediche. A causa dell’influenza della Legge Basaglia (Legge Basaglia: Legge n. 180), ci sono solo 14 posti letto e i letti non sono pieni, quindi includendo infermieri e operatori, il numero di personale medico è superiore a quello di pazienti. Era strano con un gran numero di persone. Questo è impossibile in Giappone perché ci sono casi speciali di psichiatria in Giappone. Il motivo per cui possono essere identificati come psichiatri è che i colori dei loro vestiti sono diversi. All’ospedale dove sono stato ricoverata, lo psichiatra era vestito di verde, l’infermiera era vestita di rosso e il personale medico era vestito di blu. È un sistema di facile comprensione.

Per inciso, la psichiatria era al primo piano di un edificio a due piani, quindi pensavo che il secondo piano fosse un altro letto psichiatrico (per esempio quelli in fase cronica), chiedevo all’infermiera: “Là sono solo 14 posti letto in reparto”, ha detto, e sono rimasta piuttosto sorpresa. L’infermiera sono rimasto sorpreso quando gli ho detto che c’era un ospedale con circa 500 posti letto in Giappone.

La storia è spenta, ma poter vedere un dottore ogni giorno significa che non puoi dire o dire quello che non puoi dire in ospedale. Inoltre, puoi parlare con un’infermiera o uno psichiatra, se necessario, in modo da ricevere aiuto immediato se ti senti male.

4. Puoi ricevere cure mediche che non puoi ricevere se non sei ricoverato in ospedale

Sembra che sia usato raramente in Italia dopo l’entrata in vigore della Legge Basaglia, ma poiché utilizza la terapia elettroconvulsivante: TEC, la clozapina, un farmaco per la schizofrenia, ecc., potrebbe essere necessario il ricovero o potrebbe essere determinato che dovresti essere ricoverato.

Per inciso, sono stati gli italiani a scoprire la terapia elettroconvulsivante. Pertanto, ho sentito da un conoscente coinvolto in psichiatria che era spesso usato negli ospedali psichiatrici (manicomio).

Inoltre, si potrebbe ritenere che tu debba essere ricoverato in ospedale per aggiustamento farmacologico.

Tuttavia, con il progresso delle cure psichiatriche, il numero di “psicoterapia che non può essere ricevuta senza il ricovero” sta diminuendo.

Svantaggi di essere ricoverati in psichiatria

1. Costa tanto (in Giappone)

Quando ho esaminato più ospedali, il costo del ricovero in un reparto psichiatrico era compreso tra 100.000 yen (800 euro) e 400.000 yen (3200 euro) al mese. Ciò presuppone che tu non disponga di cure mediche autosufficienti o di un certificato di invalidità e disponga di un reddito sufficiente.

Inoltre, non puoi guadagnare lavorando mentre sei in ospedale.

Nel caso dell’Italia, anche se non sei in possesso di tessera sanitaria, puoi utilizzarla gratuitamente presso un ospedale pubblico, e non sono previsti costi per medicinali o pasti.

2. Ci sono molte restrizioni

Prima di tutto, non posso bere alcolici. Questa è una delle cose più difficili per me, che ama l’alcol.

Secondo, non puoi mangiare quello che ti piace. Potrei scegliere il menu, ma ci sono ancora dei limiti. Nel mio caso, non avevo abbastanza cibo, quindi il cibo dall’esterno sembrava un dio. Condividere e mangiare dolci con i miei amici è stata un’esperienza meravigliosa simile a una festa.

Inoltre, essendo un reparto chiuso, non si può uscire. Un reparto chiuso significa che la porta verso l’esterno è chiusa e il paziente non può uscire a sua discrezione. In altre parole, puoi uscire solo quando esci dall’ospedale o quando pernotti, e hai bisogno del permesso del tuo medico. Come spiegherò più avanti, l’Italia ha una degenza breve.

Inoltre, nel caso del tabacco, c’era una sala fumatori e tutti tranne me fumavano. Poiché non c’è intrattenimento, anche fumare è un grande piacere.

3. L’ambiente cambia e diventa stressante

Soprattutto per le persone con autismo, il cambiamento degli ambienti può essere un importante fattore di stress.

L’insonnia può anche essere esacerbata perché le persone con insonnia non possono dormire in un ambiente familiare. Hai bisogno del permesso per ottenere sonniferi aggiuntivi, il che non è così facile.

La prima settimana in cui ci si abitua è più probabile che crei confusione.

4. Tanta noia quando stai meglio

C’è meno intrattenimento, così come il fumo diventa intrattenimento. Non si limita alla psichiatria, ma nell’ambiente inorganico di un ospedale, quando ti senti meglio e ti alzi più a lungo, ti annoi. Non c’è altro che una TV, qualche libro e una chiacchierata con il paziente. Se sei in buone condizioni fisiche, puoi fare una passeggiata nel cortile. Altre volte faccio una passeggiata in corsia, ma come ho detto prima, la corsia è piccola perché ci sono solo 14 posti letto, e posso fare il giro in 3 minuti.

È stato un sollievo che il cibo è stato delizioso.

Articolo di riferimento

Sono solo grata all’ospedale per avermi accettata. Di conseguenza, i vantaggi hanno superato gli svantaggi, ma penso che sia stato perché sono stato ricoverato in ospedale per un breve periodo (20 giorni). Voglio che emulate la cura psichiatrica italiana, che ha un meccanismo per prevenire il ricovero a lungo termine e il ricovero sociale (la condizione è calma e si può essere dimessi, ma non si può essere dimessi perché non c’è il piattino nella società)

Nel caso del Giappone:

La degenza media nei letti psichiatrici è di 274,7 giorni. La degenza media nei letti psichiatrici si è ridotta di 52,5 giorni negli ultimi 10 anni. A livello internazionale, invece, la permanenza media in Giappone è molto lunga.
Negli ultimi anni, la durata della degenza ospedaliera per i pazienti appena ricoverati si è ridotta e circa il 90% viene dimesso entro un anno.

https://www.mhlw.go.jp/content/12200000/000462293.pdf

Sebbene esistano tali materiali, il motivo per cui il 10% dei pazienti non può essere dimesso entro un anno è probabilmente perché non esiste ancora un luogo o un meccanismo nella società per accettare persone con malattie mentali nella zona.

コメント / Commentare

タイトルとURLをコピーしました